FUORI I BAMBINI DALLA GUERRA, articolo di Morsolin pubblicato dalla rivista Mosaico di Pace, giugno 2017

bambinisoldato-590x260

Prospettive, numeri e voci a 10 anni di distanza dal Summit mondiale sui bambini soldato: chi tutela l’infanzia in guerra?

Cristiano Morsolin (Esperto di diritti umani in America Latina )

Non si nasce violenti, lo si diventa. È tanto facile far diventare soldato un bambino, quanto è difficile fargli recuperare l’umanità perduta. Però è possibile farlo.

Ishmael Beah, ex bambino soldato della Sierra Leone

Era l’8 febbraio 2007: per la prima volta cinquantotto Paesi di tutto il mondo si impegnavano ad adottare misure per porre fine alle guerre combattute dai bambini strappati alle loro famiglie, drogati e armati da regimi e movimenti ribelli senza scrupoli.

Il documento, siglato al termine della Conferenza dal titolo “Liberiamo i bambini dalla guerra”, promossa da Unicef e governo francese, afferma che “per la prima volta” “gli Stati firmatari si sono impegnati solennemente ad applicare e rispettare i principi della lotta contro il reclutamento e l’impiego dei minori nei conflitti armati”.

I bambini che imbracciano le armi non sono solo nelle mani di gruppi ribelli, milizie e bande criminali, ma anche di eserciti paramilitari che spesso agiscono a fianco di truppe regolari.

Tra gli impegni sottoscritti, quello di lottare contro l’impunità, indagare e perseguire reclutatori e comandanti dei minori inseriti in gruppi armati o eserciti regolari. Per tutti questi reati non è ammessa alcuna amnistia.

Sono passati 10 anni: la Conferenza internazionale “Proteggiamo i bambini dalla guerra”, organizzata a Parigi su iniziativa dell’Unicef e del governo francese, realizzata il 7 febbraio 2017, ne traccia un bilancio. Nell’ultimo decennio, secondo le stime dell’Unicef, circa 65 mila bambini sono stati sottratti dai ranghi di eserciti statali e di gruppi armati non governativi. In tutto sono circa 250 milioni i minori esposti al pericolo di reclutamento, vivendo in Paesi o aree segnati da conflitti.

CONTINUA A LEGGERE:

Rivista: Mosaico di pace, giugno 2017, pag. Editore: Pax Christi Italia, pag. 16-17

http://www.mosaicodipace.it/mosaico/a/44489.html

 

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s