Un diritto rivoluzionario. L’eredità del professor Antonio Papisca a sostegno della pace in Colombia -di Cristiano Morsolin per Il Faro

DCIM128HPDVC

“Dobbiamo unire la pace con lo sviluppo, l’interdipendenza dei popoli e la difesa dei diritti economici, sociali, culturali DESC”, é questo il messaggio che mi ha lasciato il professor Antonio Papisca, docente emerito di Relazioni internazionali all’Università di Padova, uno dei pionieri e dei massimi esperti italiani nello studio dei diritti umani, morto improvvisamente all’alba del 16 maggio.

Lunedi 27 febbraio 2017 sono andato a salutarlo personalmente presso l’Università di Padova in occasione della presentazione del libro “Antimafia andina.  Il contributo dell’antimafia sociale della nonviolenza alla pace in Colombia, di Cristiano Morsolin, Edizioni Antropos 2017, con prefazione dell’ On. Davide Mattiello (https://www.youtube.com/watch?v=lIqxT6c0Pyw ), membro della commissione parlamentare antimafia, già presidente di Acmos, Libera e Benvenuti in Italia, e postfazione di Pino Arlacchi, già vice segretario generale delle Nazioni Unite.

 Il professor Papisca esprime la “sua profonda preoccupazione per la situazione in Colombia” e considera che “il riconoscimento da parte delle Nazioni Unite del Diritto alla Pace contribuirebbe in modo importante alla conclusione del conflitto”.

Poi martedi 4 aprile 2017 lo incontro velocemente a Roma prima dell’ Inaugurazione del primo Corso di formazione per formatori degli Enti che partecipano alla sperimentazione dei Corpi civili di pace alla Camera dei Deputati.

Un’altra data particolarmente significativa é il 30 ottobre 2014 quando il professor Antonio Papisca, Direttore della Cattedra Unesco in diritti umani, democrazia e pace, fa da testimonial (vedi foto) al libro “On children’s rights debt – Reconsidering the debates about working and street children in a globalized world” – Ed. Mediafactory, pag. 308, 2014 – ISBN: 9788898849017, libro collettivo che ho promosso, che raccoglie interventi di esperti dal Messico, dal Brasile, dal Senegal, dall’India e dall’Italia, anche con l’intervento di Raffaele Salinari, Presidente della Federazione Internazionale Terre des Hommes a livello Europeo.

E’ un lavoro accademico legato alla lettera aperta che74 esperti di tutto il mondo, in rappresentanza della società civile e del mondo accademico, hanno inviato una lettera aperta alle Nazioni Unite per porre l’attenzione sul tema dei diritti economici, sociali e culturali dei bambini/e, considerando che a Ginevra si sta presentando il nuovo rapporto mondiale sui bambini/e che lavorano e vivono in strada.

In Italia la lettera ha trovato diffusione anche attraverso il Centro Diritti Umani e pace-Cattedra Unesco-Università di Padova, grazie all’interessamento dei docenti Antonio Papisca e Marco Mascia:

http://unipd-centrodirittiumani.it/it/news/Lettera-aperta-alle-Nazioni-Unite-sui-diritti-dellinfanzia-bisogna-considerare-anche-i-diritti-economici-sociali-e-culturali-affermano-74-esperti-di-tutto-il-mondo/2409

CONTINUA A LEGGERE:

http://www.farodiroma.it/2017/05/18/un-diritto-rivoluzionario-leredita-del-profesor-antonio-papisca-sostegno-della-pace-colombia-cristiano-morsolin/

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s