Nota pubblicata da On. Davide Mattiello e Morsolin sulla giornata mondiale contro utilizzo baby soldati nei conflitti

Davide davanti Camera Dep 2015

A 15 anni dall’entrata in vigore del Protocollo opzionale alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (2002), si è celebra la giornata internazionale contro l’utilizzo dei minori in guerra. Ricorrenza funestata dai drammatici dati diffusi dalle Nazioni Unite: nel 2015 sono stati almeno 250 mila i ragazzini impiegati da eserciti regolari o irregolari come soldati, cuochi, facchini e schiavi sessuali.

Nel suo ultimo rapporto del luglio 2015, il Rappresentante Speciale Onu per i minori in guerra, Leila Zerrougui, parla di “unspeakable violences”, violenze inenarrabili, e spiega che “la situazione peggiora di anno in anno”. Aumentano reclutamenti forzati e attacchi a scuole e ospedali; su 24 milioni di sfollati almeno uno su tre è minorenne.

La situazione è particolarmente grave in Colombia dove l’impunita regna sovrana in un contesto dove varie stime di UNICEF e organismi internazionali considerano la presenza di oltre 11.000 bambini soldato ostaggio dei gruppi armati illegali.

L’On. Davide Mattiello, membro delle Commissioni Giustizia e Antimafia, giá presidente di Acmos e Benvenuti in Italia (che precedentemente si é gia occupato del conflitto colombiano), ha diffuso una nota insieme a Cristiano Morsolin, esperto di diritti umani in America Latina, dove chiede al Governo italiano di “promuovere, nell’ambito della cooperazione internazionale, progetti diretti esplicitamente al recupero e al reinserimento degli ex bambini soldato nella società civile, come un contributo importante alla pace e riconciliazione dopo 52 anni di conflitto armato”.

Su questi temi ho video-intervistato in esclusiva, Anne Robin, braccio destro di Leila Zerrougui, Secretary-General’s Special Representative for Children and Armed Conflict:

 

 

CONTINUA  A LEGGERE:

http://davidemattiello.it/post/157140086372/ancora-lontana-la-pace-per-i-bambini-soldato

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s