Mobilitazione mondiale per la Giornata Internazionale dei Bambini di Strada, articolo Morsolin per Unimondo

MX consulta ONU y REDIM april 2016

Il 12 aprile si celebra la Giornata Internazionale dei Bambini di Strada, di cui ricorre quest’anno il sesto anniversario da quando, nel 2011, fu lanciata dal Consortium for Street Children di Londra. L’obiettivo è quello di dare voce ai milioni di bambini di strada presenti a livello globale in modo che i loro diritti non vengano calpestati.

L’anno scorso la giornata è stata incentrata sulla decisione delle Nazioni Unite di formulare un Commento Generale dedicato interamente alla situazione dei bambini di strada, sottolineando l’impatto positivo che una simile decisione avrà sia sui bambini che sulle organizzazioni che se ne occupano.

Importante riconoscimento delle Nazioni Unite

Il sistema delle Nazioni Unite ha riconosciuto concretamente l’importanza della lettera aperta all’Onu  che io ho promosso insieme a 74 esperti di tutto il mondo dove si sottolinea che “L’insieme delle indagini sociologiche e le esperienze in questi ultimi 30 anni dimostra che l’esperienza dei bambini/e che vivono e lavorano in strada, va ben oltre le tattiche limitate e i comportamenti di ‘rischio’. Include gli encomiabili sforzi e le lotte per far fronte nella vita quotidiana ad un ambiente avverso, sviluppando relazioni solidali con altri bambini e adulti (…). Esistono tanti punti di vista sulla vita dei bambini di strada”. Dunque, “non ci devono essere barriere teoriche e concettuali per la costruzione di un quadro flessibile di riferimento”, dove esperti del mondo universitario, delle associazioni specializzate della società civile e delle agenzie Onu possano lavorare insieme (come nell’esperienza degli anni ’90 con International Working Group on Child Labour  IWGCL)” – http://www.unimondo.org/Notizie/Un-ponte-sud-sud-per-difendere-i-diritti-dei-bambini-e-134537  .

Infatti il 5-6 aprile 2016, si sono realizzate la consultazione latinoamericana e quella asiatica in vista della formulazione del Commento Generale da parte del Comitato ONU sui Diritti dell’Infanzia che sta elaborando nell’arco di questi due anni. A Citta’ del Messico e’ stato incaricato Juan Martin Perez, direttore della Rete nazionale REDIM (https://diversidadenmovimiento.wordpress.com/2016/04/07/juan-martin-perez-garcia-director-redim-co-autor-del-libro-on-childrens-rights-debt-reconsidering-the-debates-about-working-and-street-children-in-a-globalized-world/  ) mentre a Delhi e’ stato incaricato Kavita Ratna, Direttrice dell’ONG “Concerned for working children CWC” di Bangalore (India); sia Juan Martin Perez che Kavita Ratna sono co-autori del nostro libro collettivo On children’s rights debt. Reconsidering the debates about working and street children in a globalized world Ed. Mediafactory , pág. 308, 2014  (vedi video di presentazione in italiano  https://www.youtube.com/watch?v=NlT3RwjK9xU ).

CONTINUA A LEGGERE:

http://www.unimondo.org/Guide/Diritti-umani/Bambini-e-minori/Bambini-di-strada-la-mobilitazione-continua-156937

CWC minister Pronk Amsterdram 1997

 

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s