Morsolin intervista i missionari Giacinto Franzoi e Luca Pandolfi sulla giornata mondiale dei martiri di giustizia

luca_pandolfi FOTO

MORSOLIN CRISTIANO, ESPERTO DI DIRITTI UMANI IN AMERICA LATINA, INTERVISTA DON LUCA PANDOLFI E PADRE GIACINTO FRANZOI

Luca Pandolfi, docente dell’Universita’ Urbaniana di Roma e coordinatore SAL, mi commenta in esclusiva in occasione della Giornata Mondiale dei martiri della giustizia promossa dal Papa Francesco:

“24 marzo, anniversario triste: 1944 Eccidio nazista delle Fosse Ardeatine, 1976 inizio della Dittatura civico-militare argentina con decine di migliaia di giovani desaparecidos, 1980 l’uccisione di Mons. Romero per mano di un sicario inviato dal maggiore d’Aubuisson che poi fondò il partito ARENA. Si può dimenticare, si può ricordare solo una parte di queste fatti storici evitando di ricordare i responsabili, i mandanti, le idee e le scelte di vita che vollero questi morti e che ancora abitano tra noi e dentro di noi. Oppure si può decidere di camminare in modo diverso provando a seguire le orme di coloro che diedero la vita e inventare ancora nuovi cammini”.

Giacinto Franzoi, missionario trentino della Consolata per oltre 30 anni in missione in Colombia, comenta in exclusiva:

“Confermo quanto ti hanno scritto di PADRE ALVARO ALCUE’ – sacerdote indigeno di etnia nasa ucciso 30 anni fa nel Cauca (Colombia) – è la verita sul martire sacerdote indigena, lottatore instancabile per i diritti della terra, contro i latifondisti, che si erano apppropriati di parte della loro riserva, terra coltivabile. I missionari della Consolata hanno ereditato quella missione, pastorale e sociale, rischiando come allora. Il progetto instaurato NASA congloba tutta una serie di interventi della missione, tanto da guadagnarsi per due volte del Premio Nazionale della Pace. Una volta lo habbiamo ricevuto insieme con il progetto alternativo alla coltivazione della coca, con la fabbrica di cioccolato, Chocaguan, punta di diamante di altri progetti sociali, che hanno indotto a far sparire la coca dal territorio. Lamento affermare che la chiesa colombiana non sa che farsene di un sacerdote indigeno, ucciso per la giustizia sociale di una minoranza”.

alvaro-ulcueFOTO: P. Alvaro Alcue’ (Colombia)

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s